09.04.2013 – Mafia: appalti pilotati a Trapani. Legambiente: “La straordinarietà nei grandi eventi genera mostri. Solo una corretta rete di controlli può garantire contro abusi di poteri, infiltrazioni mafiose e illegalità”

“Il sequestro di questa mattina a Trapani conferma che la scorciatoia dei grandi eventi e il ricorso a procedure straordinarie avrebbero determinato solo abusi e illeciti. La Coppa America di Vela, organizzata in Sicilia, ne è la dimostrazione.

Leggi tutto»

18.12.2012 – Dossier “Stop a mattone selvaggio”

Ville con piscina, seconde case costruite in riva al mare, in un’area protetta o in zone a rischio idrogeologico, desolanti scheletri in cemento mai terminati. Sono il risultato dell’abusivismo edilizio, un fenomeno illegale consolidato e diffuso in Italia, anche grazie all’inerzia delle istituzioni preposte a contrastarlo, agli interessi della criminalità organizzata e a una carente programmazione urbanistica.

Leggi tutto»

01.11.2012 – Lotta all’abusivismo edilizio da Realmonte a Lampedusa. Legambiente si costituisce parte civile e promuove un fondo per le demolizioni

La recente ordinanza emessa dal Comune di Realmonte per la demolizione dell’ecomostro di Scala dei Turchi, battaglia storica di Legambiente Sicilia, costituisce un ulteriore fatto concreto e non solo simbolico nella lotta all’abusivismo edilizio.
Leggi tutto»

02.10.2012 – Incendi in Sicilia. Legambiente si costituisce parte civile e chiede l’applicazione di pene accessorie esemplari

Dinnanzi alla gravità dl fenomeno degli incendi che in questi giorni sta distruggendo vastissime zone boscate ed aree agricole con enormi danni ambientali ed economici, Legambiente Sicilia ha dato mandato ai propri legali del Centro di Azione Giuridica di costituirsi parte civile in tutti i procedimenti che verranno avviati dalla magistratura.
Leggi tutto»

21.09.2012 – Incendio doloso a Lampedusa, atti intimidatori a Favignana. Legambiente: “Governo intervenga per garantire legalità e sicurezza nelle isole minori”

Con gravi atti intimidatori, attentati e minacce, si sta cercando di fermare il prezioso lavoro portato avanti dalle istituzioni e dalle associazioni che sperimentano nuovi modelli di sviluppo incentrati sulla legalità, la sostenibilità ambientale e l’inclusione sociale nelle isole minori.

Leggi tutto»

27.07.2012 – Piano paesaggistico di Siracusa. Presentate al Ministro degli Interni due interrogazioni parlamentari

Il Ministro degli Interni è stato investito da due interrogazioni parlamentari, una alla Camera presentata dall’on. Ermete Realacci, ed una al Senato firmata dal sen. Francesco Ferrante, circa la attività del Prefetto di Siracusa riguardo il piano paesaggistico di Siracusa.
Leggi tutto»

16.07.2012 – “Il settore delle rinnovabili in Sicilia ha al suo interno gli anticorpi per difendersi dalle infiltrazioni mafiose e dalla corruzione dei colletti bianchi”. Dichiarazione di Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale di Legambiente

“La denuncia dell’imprenditore Moncada, che ha portato all’arresto di Vito Nicastri e dei suoi complici, è la dimostrazione che il settore delle rinnovabili in Sicilia ha al suo interno gli anticorpi per difendersi dalle infiltrazioni mafiose e dalla corruzione dei colletti bianchi”. A dichiararlo Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale di Legambiente.

Leggi tutto»

13.07.2012 – Corruzione nel mondo delle rinnovabili. Legambiente Sicilia su arresto dell’imprenditore Vito Nicastri

“L’arresto di Nicastri non ci sorprende e speriamo che la magistratura, così come ha fatto in questi anni, lavori per rendere sempre più impermeabile il settore delle rinnovabili alle attività criminali”. A dichiararlo Mimmo Fontana, presidente regionale di Legambiente Sicilia
Leggi tutto»

12.07.2012 – Legambiente Sicilia: esposto alla Procura della Repubblica di Marsala per la realizzazione nel Comune di Petrosino, in contrada Torrazza, di uno stabilimento balneare. “Vicenda intrigata e poco chiara”

La Legambiente Sicilia ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Marsala, e per conoscenza a tutte le Istituzioni che sono state coinvolte (Soprintendenza di Trapani, Assessorato regionale al Territorio, Comune di Petrosino), per chiedere di fare luce sull’intrigata e poco chiara vicenda riguardante l’iter autorizzativo seguito per la realizzazione nel Comune di Petrosino, in contrada Torrazza, di uno stabilimento balneare.

Leggi tutto»

04.07.2012 – Ecomafia 2012: le storie e i numeri della criminalità ambientale in Sicilia

“Nella parte del rapporto Ecomafia 2012 relativa alla Sicilia viene evidenziato – commenta Mimmo Fontana, presidente regionale di Legambiente Sicilia – il processo di reimmersione della mafia, al fine di potere meglio curari i propri affari. In questo processo il rapporto con i colletti bianchi, o sarebbe meglio parlare di borghesia mafiosa, diventa strategico.
I settori in cui stanno crescendo più rapidamente gli affari di cosa nostra (si stima un movimento di almeno 56 miliardi di euro) sono quelli tradizionali dell’ecomafia: il ciclo del cemento, il controllo degli appalti e la grande distribuzione organizzata.
Leggi tutto»
Pagina 1 di 212
© Copyright Legambiente Comitato regionale siciliano - Via Tripoli, 3 - 90138 Palermo - C.F. 97009910825 - Privacy policy