30.01.2015 – Trivellazioni petrolifere: Legambiente ricorre al TAR contro i pareri paesaggistici della Soprintendenza di Ragusa

Nei giorni scorsi Legambiente Sicilia ha presentato un ricorso al TAR per opporsi all’autorizzazione paesaggistica rilasciata dalla Soprintendenza di Ragusa ad una società petrolifera finalizzata alla trivellazione in un’area prossima al fiume Irminio. Ciò si è reso necessario per contrastare la sistematica non appicazione, da parte della Soprintendente di Ragusa, del piano paesaggistico che in quella zona fa divieto di realizzare attività produttive industriali qual è, per legge, la ricerca e la coltivazione di idrocarburi.
 
Il ricorso di Legambiente si è reso necessario anche per il mancato intervento del Comune di Ragusa di fronte al giudice amministrativo, atto che l’associazione ambientalista si sarebbe aspettato come ‘naturale’ conseguenza, dopo i ben due ricorsi al TAR della stessa amministrazione comunale contro il progetto offshore ibleo rappresentato da tre piattaforme per l’estrazione di idrocarburi di fronte alle coste di Licata: se è infatti indubbia l’importanza di salvaguardare il mare (anche quello licatese…) si ritiene ancora più evidente che l’amministrazione ragusana salvaguardi le falde idriche ed il paesaggio ragusano.
 
Il ricorso di Legambiente Sicilia avviene in una fase in cui il procedimento amministrativo è ancora aperto, considerato che ancora manca il rilascio della concessione edilizia da parte del comune di Ragusa. Visto che il Piano Regolatore Generale ammette la possibilità di concedere lo sfruttamento delle risorse naturali del suolo esclusivamente ad attività di natura artigianale, forma giuridica estranea al mondo dello sfruttamento del petrolio, ci aspettiamo un celere e deciso diniego alla richiesta della concessione edilizia. In caso contrario Legambiente si vedrà costretta ad impugnare anche l’atto del Comune di Ragusa.
 
Non si può infatti essere per la salvaguardia dell’ambiente ed il cambio del modello energetico del nostro territorio e contemporaneamente permettere a chicchessia di sforacchiarlo a suo piacimento.

30.01.2015 – Cambio con stile x nuovi stili di vita sostenibili. Convegno il 10 febbraio a Palermo

“Cambiare è facile e conveniente”, con questo slogan la campagna “Cambio Con Stile per nuovi stili di vita sostenibili” presenterà nel convegno del 10 febbraio decine di buone pratiche e azioni per il vivere sostenibile

Leggi tutto»

28.01.2015- Continuano gli abbattimenti delle fustaie demaniali per biomasse, ora anche a Mazzarino

Mentre i riflettori sono tutti puntati sui tagli dei boschi demaniali di Gabbara a San Cataldo e nonostante le iniziative intraprese per fare piena luce sulla vicenda dell’affidamento alla Biomasse-Sper

Leggi tutto»

27.01.2014 – Spiaggia dei Conigli di Lampedusa: menzione speciale per gli interventi di recupero del paesaggio

La bellezza ritrovata: la Spiaggia dei Conigli a Lampedusa tra protezione delle tartarughe marine, riqualificazione paesaggistica e fruizione sostenibile” è il titolo del progetto con cui Legambiente Sicilia ha partecipato alla selezione nazionale per la Candidatura italiana alla IV edizione del Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa.

Leggi tutto»

20.01.2015 – Boschi abbattuti a bruciati per produrre energia. Esposto di Legambiente alla Procura di Caltanissetta

I boschi siciliani non hanno tregua e, sembra un paradosso, gli alberi scampati agli incendi distruttivi di questa estate stanno cadendo ora sotto i colpi delle motoseghe per essere bruciati a fini energetici.

Leggi tutto»

17.01.2015 – Macari, spiaggia “Grotticelle”. Legambiente si costituirà parte civile al processo contro i responsabili della demolizione di parte della scogliera

“Abbiamo seguito con disgusto il vergognoso fatto  avvenuto alla spiaggia “Grotticelle”, in località  Macari, in una area sottoposta a vincoli paesaggistici”

Leggi tutto»

14.01.2015 – WWF e Legambiente: “Riproposizione modello cuffariano. Chi c’è dietro questo ritorno al passato?”

Sono passati alcuni mesi da quando la chiusura della discarica di Mazzarà Sant’Andrea ha reso ancora più complicata la gestione dei rifiuti in Sicilia. Da allora il caos sembra regnare sovrano.

Leggi tutto»

08.01.2015 – Istituito per la terza volta, in assoluto silenzio, il Parco dei Monti Sicani

Con due decreti dello scorso 19 dicembre, incredibilmente non divulgati e rimasti nell’ombra, la Regione ha restituito il Parco dei Monti Sicani e nominato il commissario per l’avvio della gestione.

Leggi tutto»

29.12.2014 – Siracusa. Dichiarata illegittima la sospensione di Basile. Legambiente: torni al suo lavoro di Soprintendente

Con ordinanza emessa il 24 dicembre e comunicata alle parti in data odierna, il Giudice del Lavoro, in accoglimento totale del ricorso d’urgenza proposto dalla Dott.ssa Basile, ha dichiarato l’illegittimità del provvedimento di sospensione

Leggi tutto»

24.12.2014 – La resistenza del Governo nazionale alla richiesta di commissariamento è più che giustificata

“Il fallimento di tutte le gestioni commissariali, compresa quella voluta dal governo Crocetta nel 2013, è davanti agli occhi di tutti. Perché questa volta dovrebbe andare diversamente?

Leggi tutto»
Pagina 1 di 5312345...102030...Ultima »
© Copyright Legambiente Comitato regionale siciliano - Via Tripoli, 3 - 90138 Palermo - C.F. 97009910825 - Privacy policy